Cina: liberati più di 100mila pesci rari nel Mekong

KUNMING – Un totale di 103.000 avannotti di pesci rari sono stati liberati oggi nel fiume Lancang, un corso d’acqua vitale per la navigazione transfrontaliera che scorre nella provincia dello Yunnan, nel sud-ovest della Cina.

La liberazione è stata organizzata dalla Huaneng Lancang River Hydropower Inc., dall’Istituto di ricerca sulla pesca della provincia dello Yunnan e da altre istituzioni presso il complesso di una centrale elettrica nel corso medio del fiume Lancang, che una volta uscito dalla Cina è noto come fiume Mekong.

In totale sono stati liberati 103.000 avannotti di pesci rari, tra cui circa 82.000 avannotti di Schizothorax lissolabiatus, un tipo di pesce con pinne raggiate endemico della zona.
Il flusso d’acqua relativamente dolce nel sito di rilascio potrebbe aiutare gli avannotti ad adattarsi al nuovo ambiente acquatico e a garantire il loro tasso di sopravvivenza.

“La liberazione è di grande importanza per la protezione delle popolazioni di pesci rari nel fiume Lancang e potrebbe anche contribuire alla ricostituzione delle risorse ittiche autoctone e al mantenimento della biodiversità acquatica nel corso d’acqua”, ha dichiarato Wu Jingdong, ricercatore associato dell’Istituto provinciale di ricerca sulla pesca.

Pubblicato da Redazione ChinaCafè.it

Le notizie selezionate dalla nostra redazione.